Scialorrea gravidica

Scialorrea gravidica

luglio 19, 2018 0 Di

Uno dei disturbi antipatici e abbastanza fastidiosi che possono subentrare in gravidanza è l’ipersalivazione. Questa condizione è conosciuta col termine medico di scialorrea gravidica, e vorrei tranquillizzarvi sul fatto che è molto comune e che non ha origine da una patologia.

IL motivo principale è uno solo: le fluttuazioni ormonali. In particolare uno tra essi, la gonadotropina, riduce la capacità di deglutizione che, associata all’iperproduzione di saliva causa la scialorrea.Tipicamente la scialorrea si presenta in associazione con le nausee del primo trimestre, la mattina oppure la sera, oppure a termine di gravidanza quando le fluttuazioni ormonali sono maggiori. In linea generale tra il quarto e il sesto mese la produzione di saliva dovrebbe stabilizzarsi (cosi’ come gli ormoni) e limitare il disturbo. Un’altra caratteristica peculiare della scialorrea è che la saliva può presentare un sapore tipico: amaro e metallico. Purtroppo la continua deglutizione, causa dall’accumulo di saliva, induce un’introduzione di aria nello stomaco e alcune volte peggiora la nausea o causa altri problemi di tipo gastro-intestinale come dolori addominali, meteorismo e stitichezza. In alcuni casi anche l’alitosi (il cosidetto alito cattivo), può essere riferito a questo tipo di disturbo.L’origine del disturbo non è una vera e propria patologia ma piuttosto una condizione transitoria si tende ad evitare di prescrivere farmaci. Tra i consigli per alleviare il disturbo: succhiare un limone o un cubetto di ghiaccio,e risulta utile portare in borsa una bottiglia d’acqua oppure del succo di frutta. L’acqua servirà per contrastare la disidratazione e il succo di frutta stimolera’ le ghiandole salivari a limitare la produzione di saliva lo stretto necessario per l’ingestione del succo.